Estorsioni: Ance Crotone, serve risposta seria e decisa

I costruttori della provincia di Crotone,

ance
ance

 I costruttori della provincia di Crotone, attraverso un comunicato, lanciano l'allarme sulla situazione dell'ordine pubblico dopo l'attentato subito dall'Impresa Socea S.r.l. di Crotone alla quale, nella notte tra domenica e lunedi' scorsa, ignoti hanno incendiato due mezzi meccanici causando danni economici per circa 200 mila euro. "E' evidente - si legge nel documento - che questa volta l'attentato, con tutta probabilita' perpetrato a fini estorsivi, e' andato ben aldila' degli episodi a cui, nostro malgrado, siamo soliti assistere e di cui la stessa Socea e' stata piu' volte vittima nel corso degli ultimi anni. E' la prima volta infatti - si fa rilevare - che i danneggiamenti assumono una entita' economica cosi' rilevante e che, sopratutto, colpiscono un'azienda di recente passata nelle mani dell'avvocato Giovanni Vrenna e del dott. Daniele Vrenna, dei quali e' noto l'impegno sociale essendo dirigenti di una associazione sportiva, mentre lo stesso Daniele ricopre attualmente la carica di Presidente del Gruppo Giovani dell'Ance di Crotone. Di fronte alla recrudescenza di tali fenomeni criminali - continuam il comunicato - l'Ance si impegnera' per dare una risposta seria e decisa sulla strada della legalita' a tutela di quegli imprenditori onesti che, oramai con grande sacrificio, svolgono la loro missione imprenditoriale esasperati delle continue vessazioni. In un contesto economico cosi' difficile sara' del resto necessario poter contare sulla vicinanza delle istituzioni e delle forze dell'ordine, a tutela di quella parte importante del patrimonio imprenditoriale della Provincia rappresentato dalle imprese di costruzioni".

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
6 giugno 2013


condividi

googleplus twitter

Primo Piano