l'otto Marzo del gruppo terziario donna di Confcommercio Cosenza

Il Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Cosenza ha celebrato l’Otto Marzo con una giornata di riflessione e studio al Chiostro di San Domenico. “Le Donne e loro imprese” è stato un evento in grado di coinvolgere personalità differenti provenienti dal mondo della cultura, dell’economia, della politica e dell’ imprenditoria. In sala anche il mondo della scuola con la partecipazione di numerosi studenti degli istituti superiori della città.
“I dati sull’impresa femminile al Sud confermano un trend positivo. E dal 2010 il peso dell’imprenditoria femminile provinciale è superiore a quello nazionale. Sono esattamente 15.810 le imprese guidate da una donna e 7107 fanno parte del settore del Commercio.
Numeri in grado di suggerire un percorso virtuoso che bisogna favorire e implementare sempre di più.
Con questa iniziativa vogliamo ricordare le conquiste ma soprattutto le discriminazioni subite.  Non abbiamo mai avuto una donna Presidente della Repubblica, del Senato, del Consiglio dei ministri. Un dato capace di raccontare quanto cammino ancora dobbiamo fare per raggiungere obiettivi legittimi e vitali per il funzionamento della nostra democrazia.”

È quanto afferma Anna Gallo, presidente del Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Cosenza.
Simbolica anche la scelta del Chiostro di San Domenico, dove ha sede la Sala delle Donne inaugurata lo scorso 22 dicembre 2017 e che custodisce i ritratti di dieci figure femminili che si sono distinte per il loro lavoro e operato nella provincia di Cosenza. Una sala allestita e curata proprio dal Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Cosenza con il patrocinio della Camera dei Deputati, della Camera di Commercio di Cosenza, del Gruppo Nazionale Terziario Donna Confcommercio e del Comune di Cosenza.           
“Innovazione, passione, coraggio sono tracce indelebili nel percorso di queste dieci donne.  Esse dimostrano come con cultura, tenacia e professionalità - qualità che le donne sanno mettere in campo, soprattutto nei momenti di crisi – si riesce ad abbattere i pregiudizi e si contribuisce a scrivere la storia”.
Sono parole espresse da Antonella Tarsitano, consigliere del Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Cosenza.

“In una giornata come oggi -  ha affermato Rosaria Succurro, assessore  alla Comunicazione, Turismo e Marketing territoriale del Comune di Cosenza - mi auguro che il messaggio giunga soprattutto ai giovani, affinché sappiano che la battaglia per il riconoscimento di diritti e pari opportunità non è finita”.
“I nostri ragazzi studino tanto – ha sostenuto Matilde Spadafora, assessore con deleghe alla Scuola e alle Pari Opportunità del Comune di Cosenza -  affinché capiscano perché le donne hanno sempre subito discriminazioni.  Un cammino da fare tutti insieme”. 
Noi siamo – ha sottolineato Rita Fiordalisi, direttore Biblioteca Nazionale di Cosenza; un’impresa che produce conoscenza ed economia. Nella vocazione della nostra città vive la cultura e l’estensione del sapere come strumento di riconoscimento dei diritti”.

“Le donne hanno iniziato ad avere potere – ha affermato  Filomena Greco, imprenditrice del Gruppo iGreco -  quando hanno capito di dovere essere unite. Per superare gli ostacoli insieme in tutti gli ambiti. Da questa condivisione di battaglie e obiettivi passa un cambiamento dello status quo”.
Al termine dell’incontro a tutte le donne presenti in sala è stato consegnato in omaggio una piantina con un ramo di mimosa simbolo della giornata.

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
8 marzo 2018


condividi

googleplus twitter

In Evidenza