Antonino Tramontana

Si è conclusa la prima tappa di incontri d’affari tra imprese reggine dell’agroalimentare e buyer esteri, organizzata dalla Camera di Commercio di Reggio Calabria nell’ambito del progetto “Terra, Mare e Cibo degli Dei”, che si inquadra nel “Programma attuativo per l’internazionalizzazione 2017/2018 – realizzazione di iniziative congiunte con il Sistema Camerale della Calabria”, co-finanziato dalla Regione Calabria attraverso il Piano di Azione e Coesione (PAC) 2014/2020 Asse 3 “Competitività dei sistemi produttivi” (OT3) – obiettivo specifico 3.4” incremento del livello di internazionalizzazione dei Sistemi Produttivi”.

40 imprese agroalimentari reggine – che hanno aderito alla Manifestazione di interesse pubblicata a marzo, attualmente riaperta per consentire l’adesione alla seconda sessione di settembre – hanno avuto l’opportunità di conoscere e di avviare rapporti d’affari con 7 importatori provenienti da Francia, Danimarca e Benelux, interessati ad introdurre nei mercati dei loro paesi i prodotti del nostro territorio. Su richiesta dei buyer, inoltre, sono state organizzate visite guidate agli stabilimenti di produzione di alcune delle imprese partecipanti all’iniziativa.

Rispetto alle annualità precedenti, l’edizione 2019 del programma di incoming mission è stata arricchita con due importanti azioni, l’una finalizzata alla qualificazione delle imprese, l’altra alla valorizzazione e promozione turistica del territorio. In relazione al primo obiettivo, gli incontri d’affari sono stati, infatti, preceduti da azioni info-formative e di assistenza personalizzata alla imprese, finalizzate alla presentazione dei Paesi e dei mercati agroalimentari di riferimento ed all’acquisizione di conoscenze e competenze per aiutare le imprese ad orientarsi sui mercati esteri, a qualificarsi e a massimizzare l’efficacia dei propri approcci commerciali.

Per quanto riguarda il secondo, in contemporanea con gli incontri d’affari è stato organizzato un press tour per una delegazione di giornalisti travel provenienti da Francia e Danimarca, che sono stati accompagnati alla scoperta delle peculiarità e delle eccellenze del territorio della Città Metropolitana.

L’intero programma della sessione di giugno (incontri d’affari, visite agli stabilimenti di produzione, incontri di presentazione dei Paesi, press tour) sarà riproposto nella seconda sessione, prevista dal 24 al 27 settembre e che vedrà la partecipazione di 13 buyer esteri provenienti da Svizzera, Regno Unito, USA e Canada.

Come sottolineato dal Presidente della Camera Antonino Tramontana, “è importante promuovere l’attivazione di opportunità commerciali che possano supportare lo sviluppo di processi virtuosi di crescita del sistema imprenditoriale reggino, ma è altrettanto importante sostenere la qualificazione delle imprese che hanno la necessità di acquisire le competenze per orientarsi sui mercati esteri, attraverso l’offerta di interventi formativi mirati e attraverso l’assistenza diretta e personalizzata. La strategia di sostegno all’internazionalizzazione della Camera sta inoltre puntando ad assicurare una maggiore visibilità alle imprese anche attraverso la valorizzazione e promozione del contesto territoriale in cui essa operano. Dando priorità al coinvolgimento delle cosiddette imprese matricola, che si affacciano per la prima volta sui mercati esteri”.

La Camera sta infatti realizzando una nuova sfidante iniziativa, la Vetrina delle imprese esportatrici della Città Metropolitana di Reggio Calabria: vetrina delle imprese che producono, esportano o che sono interessate ad avviare processi di internazionalizzazione, consultabile attraverso un sistema di geo-localizzazione e clusterizzazione in base ai settori. La vetrina, in fase di imminente lancio, potrà costituire un utile strumento per presentare ai potenziali partner commerciali internazionali le imprese reggine e i loro prodotti in un’ottica di sistema interconnesso a livello locale nonché per promuovere le imprese attraverso la valorizzazione del territorio e viceversa.