Cibo buono, pulito e giusto: il 2019 è stato un anno straordinario

Cibo buono, pulito e giusto, il 2019 è stato un anno straordinario per la Rete Siamo Tutti Co-produttori di Otto Torri sullo Jonio. Un anno di impegno e di rafforzamento per l’importante e diffusa azione di sensibilizzazione dal basso alle questioni, alle sfide ed alle opportunità dell’educazione alimentare ed alla filiera corta di qualità, che insieme alla Condotta Slow Food Pollino Sibaritide Arberia prima ed alla Comunità Slow Food Arberia cosentina poi, Otto Torri condivide da oltre 20 anni sui territori, in rete con associazioni, imprenditori ed istituzioni locali. 

Ad esprimere soddisfazione per le numerose iniziative realizzate e per i tanti risultati conseguiti anche e soprattutto in termini di nuove adesioni alla rete ed ai principi ispiratori di Slow Food sono il Direttore di Otto Torri sullo Jonio Lenin Montesanto e la referente della Rete Siamo Tutti Co-Produttori Cristiana Smurra che, insieme al Portavoce della Comunità Slow Food Arberia cosentina Roberto Matrangolo, da una parte, ringraziano soci, simpatizzanti, ristoratori e piccoli produttori per l’ottimo lavoro di squadra messo in campo nell’anno appena trascorso e, dall’altra, annunciano un 2020 ancora più militante per quanti credono che la politica soprattutto al Sud debba farsi a tavola, nelle mense, nelle trattorie, nei campi e nel frigo di casa.

 

Tanti gli appuntamenti che hanno visto protagonista Otto Torri e Slow Food in Calabria e fuori regione. – La partecipazione insieme allo Chef Gennaro Di Pace alla speciale cena identitaria promossa a dicembre dalla Camera di Commercio di Cosenza per il Circolo Magistrati della Corte dei Conti a Roma con un ricco paniere di eccellenze del territorio aderenti alla Rete. La prima volta dei piccoli produttori della Rete ai prestigiosi e frequentatissimi Mercatini di Natale di Rovereto, in provincia di Trento, inaugurati a novembre.

Il successo di partecipazione al corso di avvio all’assaggio di extravergine promosso, nello stesso mese di novembre, insieme alla cooperativa Asprol Cosenza, l’Amministrazione Comunale di Corigliano-Rossano, il Coordinamento regionale delle Città dell’Olio e l’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea).

L’incontro, organizzato insieme alla Comunità Slow Food Arberia cosentina con il Presidente della Repubblica di Albania Ilir Meta a Plataci insieme ai sindaci dei comuni arbëreshe. La co-organizzazione della Camminata tra gli ulivi a Rossano con Città dell’Olio e l’evento sull’olio novello insieme a Coldiretti a Paludi. Il sostegno al 4° Fish Festival Arbëreshe a Vaccarizzo Albanese a settembre. La straordinaria 4a edizione del Villaggio delle Eccellenze dedicato quest’anno alla salute dei bambini svoltosi ad agosto sul Lungomare di Roseto Capo Spulico. La prima, fortunata edizione dell’evento Calabria, Identità, Emozioni e Bollicine organizzato ad agosto con l’Amministrazione Comunale di Vaccarizzo Albanese. Il sostegno al riuscito evento sull’educazione alimentare e la questione regionale mense scolastiche, patrocinato dal Presidente della Repubblica di Albania e promosso insieme all’Amministrazione Comunale di Cerzeto in occasione del bicentenario di Padre Francesco Antonio Santori a luglio. Ed ancora, lo Slow Food Day di giugno e la partecipazione insieme al Flag Borghi Marinari dello Jonio 9a edizione di Slow Fish – Il Mare: Bene Comune, ospitato a maggio al Porto Vecchio di Genova. La partecipazione al Flemish Beer Tasting Evening promosso sempre a maggio a Roma dall’Ambasciata del Belgio in Italia. L’incontro della Condotta con il Sindaco di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 Raffaello De Ruggieri nel Museo della Liquirizia Amarelli a marzo. La costituzione, sempre a marzo, della Comunità Slow Food Arberia nella Giornata Internazionale della Felicità. La diverse tappe in Albania con Slow Food Tirana e, infine, le numerose assemblee aperte con incontri, confronti e scoperte delle aziende del territorio o partecipazioni su invito delle Amministrazioni locali: da Civita a Paludi, da Acri a S.Sofia d’Epiro, da Corigliano-Rossano, da Cerzeto a Vaccarizzo Albanese, da S.Benedetto Ullano a S.Caterina Albanese, da S.Donato di Ninea a Cavallerizzo di Cerzet