Si è svolto nella giornata di ieri, 5 marzo, presso la sede del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alla presenza del ministro Alberto Bonisoli, dell’assessore regionale all’Urbanistica Franco Rossi, del direttore generale dell’Urbanistica e Beni Culturali Domenico Schiava, del rettore dell’Unical Gino Mirocle Crisci, del sindaco di Cosenza Mario Occhiuto e del presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci, l’incontro del tavolo tecnico istituzionale per condividere e discutere le modalità di intervento e di attuazione del Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione del progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione del centro storico della città di Cosenza per come stabilito con la Delibera CIPE n. 10/2018 del 28 febbraio 2018, per un impegno di risorse di € 90.000.000,00.

L’assessore Rossi ha, nell’occasione, ribadito l’importanza di creare una città-laboratorio creativo a partire da un comparto urbano attualmente in stato di degrado ma a forte valenza architettonica e culturale.

“Ciò che immaginiamo- ha dichiarato-  è sostenere e incoraggiare, anche attraverso ulteriori fondi messi a disposizione dalla Regione Calabria, la valorizzazione della città di Cosenza nel campo della cultura, facendo leva sulla coesione sociale, la creatività, l’innovazione, la lettura dell’identità in chiave contemporanea”. “L’obiettivo non è solo quello di riqualificare e rigenerare il centro storico pensando ai soli oggetti presenti ma elaborare un programma di futuro fondato sulla loro armatura culturale e guidato dalla creatività, e che miri a sperimentare soluzioni innovative e sostenibili” ha ribadito Rossi che ha ancora sottolineato: ” Stiamo lavorando sui borghi e l’intervento su Cosenza si inserisce nella politica più generale della riqualificazione dei borghi e dei centri storici”.L’assessore Rossi ha espresso soddisfazione per l’attivazione della fase attuativa del processo che porterà alla definizione da parte del Ministero dei Beni culturali d’intesa con la Regione Calabria della proposta di Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS), ribadendo il  ruolo  di coordinamento della Regione Calabria nell’ambito del nucleo di valutazione tecnica. La stessa Regione, informa infine Rossi,  attiverà al più presto un tavolo di concertazione con tutte le associazioni culturali presenti nel centro storico di Cosenza.