Covid: Sapia (Alternativa C’è) insiste su l’azzeramento del debito e sulla riorganizzazione della dirigenza

«La situazione nello spoke di Corigliano Rossano è esplosiva». Queste le parole di Francesco Sapia, parlamentare di Alternativa C’è che alla Camera dei Deputati siede in commissione Sanità e che ieri ha effettuato una ispezione nell’ospedale coriglianese. «Occorre in questa fase – dichiara Sapia – aumentare gli sforzi per garantire i servizi ai cittadini e reperire con urgenza i materiali mancanti.

Proprio in questa direzione andava la mia proposta, purtroppo bocciata dalla maggioranza, di azzerare una volta e per tutte il debito sanitario della Calabria».

«Finché il debito non sarà stralciato – aggiunge il parlamentare calabrese – resteremo sempre in questa situazione e non è giusto che i cittadini vivano sulla loro pelle le conseguenze dei minori trasferimenti dello Stato». «Siamo in una situazione disperata – conclude Sapia – in cui servono azioni immediate. Rivolgo un messaggio al governo Draghi ed un promemoria al ministro Speranza: azzerare il debito è necessario e urgente, come riorganizzare l’intero comparto della dirigenza sanitaria calabrese».