Sono particolarmente soddisfatto, si tratta di un passaggio estremamente importante che certifica il virtuoso cammino che abbiamo intrapreso, ormai da qualche anno, sul fronte degli investimenti e delle politiche di sviluppo connesse ai fondi comunitari”.
E’ quanto affermato dall’assessore alla Mobilità e Trasporti, Politiche UE e Pon Metro del Comune di Reggio Calabria, Giuseppe Marino, a margine della firma del protocollo d’intesa per l’attuazione dell’Agenda Urbana avvenuta a Catanzaro nella Cittadella regionale, fra la Regione Calabria e le Aree urbane coinvolte nel quadro della strategia di sviluppo finanziata dal Por Calabria Fesr-Fse 2014-2020
“A Reggio Calabria, – ha aggiunto l’assessore Marino presente a Catanzaro su delega del Sindaco, Giuseppe Falcomatà – quale polo urbano principale insieme a Cosenza e Catanzaro, grazie ad una dotazione finanziaria pari a circa 40 milioni di euro, potremo avviare concretamente un programma di lungo respiro in materia di valorizzazione e sviluppo dell’area urbana e suburbana del nostro territorio. In virtù di questo strumento è infatti possibile predisporre un asset di interventi mirati che hanno come obiettivo il miglioramento degli standard qualitativi di vita, partendo dai servizi pubblici urbani, fino al risparmio energetico, dal rilancio delle fonti rinnovabili, al contrasto al disagio sociale e alla povertà. Stiamo portando avanti – ha evidenziato l’assessore – un’azione politica che fa dell’inclusività e della strategia integrata i propri punti di riferimento, attraverso il coinvolgimento del tessuto sociale e produttivo.
E’ su questo modello di governance che intendiamo puntare, con il chiaro obiettivo di rendere Reggio Calabria un luogo attrattivo in cui è possibile attuare uno sviluppo sostenibile che abbracci il centro e le periferie. Grazie a queste risorse – ha concluso Marino – possiamo intervenire sui segmenti operativi individuati nella strategia urbana per Reggio Calabria, ovvero competitività dei sistemi produttivi, energia sostenibile e qualità della vita, inclusione sociale, formazione e apprendimento permanente. Con l’avvio della fase operativa dell’Agenda Urbana abbiamo rafforzato, notevolmente, l’intero quadro dei programmi di intervento già previsti con il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, il Pon Metro, il Pon Governance, il Poc, il Pon Inclusione, il Patto per il Sud e il Decreto Reggio”.