Promuovere e incentivare le ragazze allo studio delle materie scientifiche, ingegneristiche, tecnologiche e matematiche (STEM) per superare il divario di competenze esistente nei settori STEM all’interno dell’UE: è questo l’obiettivo del bando Girls 4 STEM , lanciato dalla Commissione Europea.

L’iniziativa mira a sostenere un solo progetto pilota che realizzi una duplice azione:

  • la creazione di una rete di scuole, università, istituti di istruzione superiore e imprese che opererà come una piattaforma per sostenere l’avanzamento delle ragazze nell’istruzione e nelle carriere STEM, per scambiare migliori pratiche e sensibilizzare le ragazze di tutta Europa in merito all’ampio spettro di offerte di istruzione e formazione.
  •  l’ideazione di campi estivi gratuiti per ragazze di 13-18 anni (in genere di 1 o 2 settimane) per far conoscere alle ragazze della scuola media e superiore l’ampia gamma di materie STEM, in particolare i principi dell’ingegneria del software e i linguaggi di programmazione. Le esperienze e le opinioni raccolte nel corso dei campi estivi e di altre azioni saranno utilizzate dalla rete per fornire raccomandazioni e linee guida pratiche per la replicazione dell’iniziativa a livello locale.

Il bilancio totale destinato al cofinanziamento di progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è stimato in 350.000 euro. La Commissione prevede di finanziare 1 proposta.

Il contributo UE può coprire fino al 70% dei costi totali ammissibili del progetto.
Possono presentare la candidatura i seguenti soggetti: organizzazioni senza scopo di lucro, autorità pubbliche a livello locale, regionale o nazionale, organizzazioni internazionali, università e centri di ricerca, istituti di istruzione, imprese, persone fisiche, con sede nei Paesi UE o EFTA (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera).

Il termine per effettuare le richieste è il 27 agosto.

Per ulteriori informazioni cliccare qui