Il Comalca introduce il nuovo regolamento sulle presenze all’interno del mercato

A seguito dell’esigenza di contingentare il numero di ingressi alla stecca mercato legato alle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19, il Consorzio Mercato Agricolo e Alimentare della Calabria ha disposto una puntuale ricognizione tra gli operatori (acquirenti e conferenti) per quantificare in maniera corretta e aggiornata il numero di addetti autorizzati all’accesso.

Inoltre, con la medesima finalità, sono state introdotte, nelle disposizioni sulle tariffe per il 2020, le quote accessorie per permanenze che si protraggono oltre il necessario. Per conferenti e autotrasportatori le addizionali fisse scattano a decorrere dal 90° minuto, per gli acquirenti  oltre il 150° minuto e per gli accessi fuori orario oltre il 120° minuto.

«Nell’ottica di garantire il massimo rispetto delle ancora più restrittive norme igienico-sanitarie che abbiamo introdotto negli ultimi giorni, abbiamo ritenuto necessario porre dei limiti specifici ai tempi di permanenza dei singoli soggetti all’interno del mercato. Questo si è reso necessario anche per garantire a tutti gli interessati di poter fruire del servizio evitando che soste troppo lunghe da parte di qualcuno potessero impedire l’accesso ad altri operatori del settore», ha precisato Daniele Maria Ciranni, presidente del Comalca.