Legacoop Calabria aderisce alla manifestazione unitaria indetta da CGIL, CISL, UIL per il 22 giugno 2019 a Reggio Calabria.

Una mobilitazione che mette al centro il lavoro, la crescita, lo sviluppo del Paese e del Sud, la legalità non può non trovare il sostegno di una struttura associativa come la nostra la cui principale risorsa è rappresentata dagli individui che ne fanno parte.

Lavoratori che hanno diritto ad un futuro possibile, nella terra i cui sono nati e i cui diritti, da quello alla salute a quello alla mobilità, dalla sicurezza delle scuole alla salubrità dell’ambiente, fino alla preziosissima libertà di parola, vengono quotidianamente messi in discussione da un Governo miope e di parte.

Non possiamo permetterci il lusso che il Sud, le sue potenzialità come le sue criticità, i suoi bisogni vengano derubricati a complementari a quelli del ricco e distante nord, nell’agenda di Governo.

Una struttura associativa come Legacoop che considera il pluralismo sempre un bene e che nelle relazioni con le altre forze economiche, politiche e sociali ne rispetta la loro natura, opinione, cultura, agisce secondo la propria originalità, autonomia, capacità di proposta. Un’organizzazione, che ha il suo segno distintivo nel principio di solidarietà, non può tacere. Per tali ragioni saremo in piazza al fianco dei sindacati nella manifestazione di sabato 22 giugno.

Grideremo che servono politiche incisive contro la precarietà e per il lavoro, contro le disuguaglianze e per le pari opportunità, per la solidarietà e contro la divisione, perché l’Italia resta sempre una e indivisibile e il nostro Paese ha bisogno di tutti per guardare al futuro con speranza e fiducia.