Stamattina io ho sentito il ministro Lezzi che è qui in Calabria per un viaggio che aveva già programmato prima, e le ho spiegato la situazione. So che dopo ha incontrato i segretari generali delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, e hanno confermato la stessa cosa. Il ministro ha dichiarato la disponibilità ad affrontare il problema; le ho chiesto un atto formale con il quale ci rassicuri”.

E’ quanto ha affermato il presidente della Regione Mario Oliverio che si è recato stamane nuovamente a Lamezia dove sono i lavoratori LSU-LPU che da stamane stanno manifestando presso la stazione centrale con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, riprendendo la mobilitazione avviata ieri.

Ho apprezzato le parole del ministro- ha detto ancora Oliverio- , ma apprezzo che conseguentemente a questo impegno ci siano atti formali che si possano comunicare ai lavoratori per tranquillizzarli”.

L’iniziativa dei lavoratori è stata importante ed è importante- ha aggiunto- , Qui ci sono uomini e donne, preoccupati delle garanzie per il loro lavoro  e ci sono sindaci che sono preoccupati della garanzia dei servizi ai cittadini”.Presente anche alla manifestazione di ieri, Oliverio aveva scritto al premier Conte evidenziando la situazione dei 4500 lavoratori che in Calabria garantiscono servizi in circa 400 comuni da più di 20 anni e ritenendo necessario un tempestivo intervento relativamente alla loro problematica e un impegno a ripristinare il fondo di 50 milioni nella legge di Bilancio 2019 predisposta dal Governo e all’esame del Parlamento.