Si è svolta lo scorso 16 maggio a Roma, la finale del progetto “Macroscuola – La scuola che vorrei “, un concorso di idee di valenza nazionale, promosso dall’Associazione Nazionale ANCE Giovani.

La graduatoria di merito, pubblicata sul portale di Ance Nazionale nei giorni scorsi, colloca
la scuola “Vittorio Alfieri” di Crotone in settima posizione a livello nazionale per: originalità della proposta, realizzabilità dell’intervento, chiarezza degli elaborati e componente innovativa del progetto.

Il concorso prevedeva la progettazione di un edificio scolastico pensato e attuato dagli
studenti, con l’obbiettivo di dar vita ad un modello di scuola, come luogo di vita e di
crescita e che riuscisse a superare le attuali criticità delle scuole presenti sul nostro
territorio quali: scarsa sicurezza, scarsa efficienza energetica e scarsa funzionalità e
inadeguatezza in relazione alla nuova didattica 3.0.

I Giovani di ANCE Crotone hanno divulgato, già a fine 2018, alle scuole medie della
provincia di Crotone la possibilità di partecipare al bando nazionale, che materialmente
ha visto il coinvolgimento di sole due scuole, la “Vittorio Alfieri” di Crotone e l’”Alessandro
Volta” di Cotronei.

Le classi, III A dell’”Alessandro Volta” e III B della “Vittorio Alfieri”,
hanno partecipato alla finale regionale presentando i loro elaborati progettuali.
La selezione regionale, alla quale sono state decretate vincitrici le scuole “V. Alfieri” di
Crotone e “A. Manzoni” di Lamezia Terme, è stata organizzata dai gruppi ANCE
giovani di Catanzaro e Crotone e si è tenuta il giorno 4 aprile 2019 presso la sede di
Confindustria Catanzaro, alla quale hanno partecipato le classi delle scuole secondarie
di primo grado complessivamente 5 classi di cui 2 della provincia di Crotone e 3 della
provincia di Catanzaro.

Il Gruppo Giovani di Ance Crotone, si complimenta con gli studenti della classe III B della scuola “Vittorio Alfieri”, che nonostante la visibile emozione, sono riusciti a rappresentare, in sede nazionale, con chiarezza e padronanza i loro elaborati progettuali attraverso presentazioni multimediali, relazioni, tavole e la realizzazione di un bellissimo plastico del progetto, collocandosi al VII posto su base nazionale con un punteggio di 189/208.

I ringraziamenti vanno anche al dirigente scolastico ed al suo staff che hanno saputo
cogliere l’opportunità per i ragazzi alla partecipazione al progetto.

Infine, si ringrazia il Prof. Ing. Salvatore Talarico per il ruolo determinate che ha svolto
nel riuscire a coordinare la classe a lavorare in autonomia sul progetto, accompagnarla
in tutti gli step, nazionali e regionali, rendendo visibile quello che la scuola può riuscire a
fare oggi: una vera crescita della persona dal punto di vista didattico, umano e
professionale.