E’ Giuseppe Branda l’imprenditore cui è stata conferita l’onorificenza al merito per la diffusione di cultura d’impresa, nell’ambito della XXII edizione del Premio “Mariano Turano”, coordinato dall’Associazione con sede a Castrolibero intitolata all’imprenditore Mariano Turano e presieduta da Maria Turano. Imprenditore ispirato, guidato da passione e consapevolezza del valore sociale dell’impresa, Giuseppe Branda è titolare dell’omonimo gruppo imprenditoriale che opera nei settori dell’edilizia, della filiera turistico-alberghiera e dell’enologia. Ha iniziato da giovanissimo  l’attività di imprenditore, dapprima in Venezuela e poi in Calabria dove ha realizzato nel tempo immobili ed importanti strutture turistiche che si caratterizzano per ampi spazi verdi, pregevoli servizi comuni, cura dei particolari ed alta valenza architettonica.

I complessi turistici “La Castellana”, i residence Martinica ed Antigua, gli alberghi “Poseidon” ed il “Ferretti” hanno una capacità ricettiva di oltre 2500 posti letto nei comuni costieri dell’Alto Tirreno Cosentino e garantiscono occupazione diretta ad oltre duecento dipendenti, cui occorre aggiungere quelli generati dall’indotto. Insieme al riconoscimento  all’imprenditore Branda, sono state assegnate le borse di studio premio “Mariano Turano” ai laureati del Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche dell’Università della Calabria, Luigi Domma, Eleonora Leandri e Barbara Leone che si sono distinti per aver svolto brillanti tesi di laurea riguardanti le problematiche delle piccole e medie imprese. Nel corso della cerimonia, che si è svolta presso la Sala Stampa dell’Università della Calabria, si è discusso de “La responsabilità sociale delle piccole e medie imprese nel contesto dell’internazionalizzazione” con il Magnifico Rettore Unical Gino Mirocle Crisci, il Sindaco di Castrolibero Giovanni Greco, il Direttore Dipartimento Scienze aziendali e Giuridiche Franco Rubino, la Presidente dell’Associazione Maria Turano, il Dottore di Ricerca in Scienze Economiche ed Aziendali Unical Caterina Aura, il Presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca, il Docente del Dipartimento Scienze Aziendali e Giuridiche Unical Peppino De Rose e Rosario Branda, Direttore di Confindustria Cosenza. Le conclusioni sono state tratte dal Consigliere Regionale Orlandino Greco che si è congratulato con i premiati ricordando che “in un mondo globalizzato i giovani devono sentirsi cittadini del mondo per condividere processi e visioni che aiutano lo sviluppo dei territori” e riferendosi all’imprenditore Giuseppe Branda ha parlato di “un premio alla competenza, serietà e qualità del lavoro fatto”.

“L’impresa è patrimonio sociale che dobbiamo valorizzare e protegge. Il nostro Paese – ha detto il presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca – cresce in modo lento e tutti dobbiamo fare di più per accelerare i processi di sviluppo. In tal senso la sinergia tra sistema imprenditoriale e mondo universitario sta creando percorso virtuosi”. Si dice ottimista il Rettore Crisci dell’Unical secondo cui “questo premio fa ben sperare”.

Gli fa eco il Direttore del Dipartimento di Scienze aziendali e giuridiche Franco Rubino che ha sottolineato l’importanza dell’esperienza che i giovani premiati avranno l’opportunità di vivere con lo stage in America. E se il Sindaco di Castrolibero Giovanni Greco ha parlato del Premio come “esempio importante e motivo di sprone per tutti”, la presidente Maria Turano ha sottolineato come l’investimento in cultura premi sempre.