Sottoscritto  l’accordo-quadro tra le Camere di commercio di Cosenza e di Bolzano. Un’intesa rivolta alla valorizzazione dei rispettivi territori e delle economie connesse.

Klaus Algieri e Michl Ebner- presidenti delle Camere di commercio di Cosenza e Bolzano – hanno firmato il documento nella sala giunta “Maria Cocciolo” alla presenza dei giornalisti.

“Continua l’impegno e l’attività del nostro ente camerale nella costruzione di reti tra istituzioni, promozione del sistema delle eccellenze, creazione di opportunità per le  imprese. Un’altra tessera che arricchisce il mosaico di #OpenCameraCosenza, dialogo costante e sintesi che trasforma le distanze in punti di forza. Bolzano rappresenta l’Italia delle identità, della diversità come ricchezza culturale e quindi economica. Noi crediamo molto nelle possibilità innescate dalla diversità. Abbiamo ottenuto il marchio Anno del Patrimonio culturale europeo 2018 anche per la nostra volontà di valorizzare le differenze. Come la lingua arbereshe, idioma parlato nella comunità albanofona della provincia di Cosenza, la più importante e grande d’Italia”.

E’ quanto ha affermato il presidente della Camera di Commercio di Cosenza, Klaus Algieri.

“Sulla base di un accordo la Camera di commercio cercherà di introdurre più prodotti calabresi sul mercato altoatesino, mentre la Camera di commercio di Cosenza si è impegnata a promuovere i prodotti altoatesini in Calabria. In questo modo intendiamo accrescere il grado di notorietà della nostra provincia e dei suoi prodotti tipici”.

Sono parole espresse dal presidente della Camera di commercio di Bolzano, Michl Ebner, spiegando i motivi della cooperazione.

Le attività e gli eventi inseriti nel progetto prevedono l’accoglienza di aziende, consorzi e rappresentanti delle istituzioni di Bolzano a Cosenza e viceversa.

L’articolo 1 dell’accordo-quadro dà impulso a un lavoro di sensibilizzazione verso il miglioramento della rete di infrastrutture tra le due regioni, affinché aumentino e migliorino gli scambi turistici, i percorsi universitari e il turismo culturale ed enogastronomico.

In appositi eventi le due Camere di commercio ospiteranno reciprocamente le imprese dei rispettivi territori, le produzioni agroalimentari d’eccellenza con percorsi guidati, show cooking e approfondimenti tematici.

Una logica di contaminazione e gemellaggio che potrebbe innescare abbinamenti incrociati di prodotti sudtirolesi  con vini calabresi e viceversa; la stessa modalità potrà essere utilizzata nella creazione di ricette originali con l’uso di prodotti delle due province.

Sono intervenuti anche il prefetto di Cosenza, Paola Galeone; il presidente della Provincia di Cosenza, Francesco Iacucci; il consigliere regionale della Calabria, Giuseppe Giudiceandrea; l’assessore alle Attività produttive del Comune di Cosenza, Loredana Pastore.

Hanno partecipato alla conferenza stampa anche Erminia Giorno e Alfred Aberer, segretari generali, rispettivamente, delle Camere di Commercio di Cosenza e Bolzano.