Festival d’Autunno, oggi Maurizio Becker presenterà il libro Da Mameli a Vasco

Cresce l´attesa per il concerto in programma domani che vedtrà protagonista sul palco del Politeama Vinicio Capossela

Vinicio Capossela, foto di Elettra Mallaby
Vinicio Capossela, foto di Elettra Mallaby

Non si è ancora spenta l’eco del successo ottenuto dai Manhattan Transfer, che il Festival d’Autunno, diretto da Antonietta Santacroce, presenta altri due appuntamenti di spessore. Sold out da diverse settimane, il concerto di Vinicio Capossela, previsto per sabato 12 novembre al Teatro Politeama di Catanzaro, ancora una volta dimostra di quanto affetto sia  circondato il cantante di origini campane. Una carriera sempre in crescendo ed una serie di riconoscimenti, ultimo dei quali la Targa Tengo ottenuta come “miglior album in assoluto”, hanno fatto di Vinicio Capossela l’artista che più di ogni altro, per la sua originalità e per le sue immaginifiche storie, si distingue in un panorama musicale che da anni mostra di essere in una crisi profonda. L’ultima sua “creatura”, l’album “Marinai, profeti e balene”, è il chiaro esempio di un autore con idee geniali e di grande inventiva. L’amore per il mare ha dato lo spunto a questo lavoro, in cui la fantasia di Vinicio Capossela si immerge nella mitologia classica. Ricordando la sua esibizione nell’ambito del Festival d’Autunno, anche in quel caso si registrò un teatro al completo, si preannuncia un concerto ricco di pathos e di sorprese. Non ultima quella della presenza delle sorelle Martinetti e di una scenografia che si trasforma lentamente in ventre di balena, veliero ottocentesco, abisso sottomarino, antro del Ciclope, calotta stellata. Ad accompagnare Capossela in questo viaggio ci saranno Mauro Ottolini (trombone, ottone, flauti, kalimba), Achille Succi (flauti, shakuhachi, shehnai, tin whistle), Alessandro “Asso” Stefana (chitarre, banjo, baglama, armonium), Glauco Zuppiroli (contrabbasso), Zeno De Rossi (batteria, conga, gong), Francesco Arcuri (balafon, campionatore, steel drum), Vincenzo Vasi (theremin, campionatore, marimba, voce, glockenspiel) e il coro de Le donne sarde di Actores Alidos, composto da Valeria Pilia, Manuela Ragusa e Ambra Pintore.Ma il Festival d’Autunno non è solo musica. Oggi venerdì 11 novembre, presso la sala concerti del Comune di Catanzaro, Maurizio Becker, direttore del mensile “Musica Leggera” presenterà il libro “Da Mameli a Vasco. 150 canzoni che hanno unito gli italiani”, edito da Coniglio Editore. Anche questo può essere considerato un viaggio all’interno del repertorio musicale italiano. Una coraggiosa scelta che ha visto impegnate alcune firme della critica musicale nostrana, tra i quali Piergiuseppe Caporale, Luciano Ceri, Franco Zanetti, Michele Neri, Vito Vita, Enrico De Angelis, ma anche musicisti,  Stefano Torossi, ex componente dei Flippers, Giorgio Conte e Fausto Cigliano. Becker racconterà della genesi di questo libro, oltre alla storia e alle storie della nostra canzone, e in controluce anche un po’ la storia di questa nostra Italia, dei nostri nonni, dei nostri genitori, e di noi stessi. 150 canzoni selezionate fra le migliaia scritte, incise e pubblicate in 150 anni sono una goccia nell’oceano. Esauriti da giorni i biglietti del concerto di Vinicio Capossela, sarà possibile acquistare i biglietti per assistere al musical “Happy Days” ed allo spettacolo “Viva l’Italia”, cui parteciperanno Alfio Antico ed i Lautari, Elena Ledda, Peppe Voltarelli, Patrizia Laquidara, Pino Marino, Raiz e Mauro Ermanno Giovanardi, presso i circuiti Ticket One o sul sito del Festival d’Autunno (www.festivaldautunno.com), con possibilità di pagare con carta di credito o Postepay, oppure presso la sede del Festival sita in Via Spasari, 15, aperta dalunedì a sabato dalle 10,00 alle 13,00, e dalle 16,30 alle 20,00. Per ottenere maggiori informazioni è attivo il numero telefonico 388.8183649 e la mail info@festivaldautunno.com.  

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
11 novembre 2011


condividi

googleplus twitter

Primo Piano