Unical presenta il progetto di ricerca Ecofibar

Obiettivo è quello di realizzare manufatti cementizi fibro rinforzati ad elevate prestazioni utilizzando un’alta percentuale di aggregati da riciclo di materiale edile

L´Unical (Foto adnkrons.com)
L´Unical (Foto adnkrons.com)

Sarà presentato giovedì 4 aprile, allo University Club dell’UniCal, il progetto di Ricerca Ecofibar. L’iniziativa, finanziata con fondi Pon, riguarda i compositi cementizi ecocompatibili realizzati con fibre e con aggregati di riciclo. In particolare, il progetto consiste nella realizzazione di malte cementizie colorate compatibili e fibrorinforzate con un materiale basaltico innovativo che ha la proprietà di resistere ad elevate temperature. Obiettivo del progetto, in altre parole, è quello di realizzare manufatti cementizi fibro rinforzati ad elevate prestazioni utilizzando un’alta percentuale di aggregati da riciclo di materiale edile proveniente da demolizioni e da materiale di scarto di lavorazione o processi industriali. I compositi realizzati con questa tecnica, inoltre, avranno proprietà cromatiche uniformi che consentiranno un’applicazione diretta senza ricorrere ad ulteriori finiture. Soggetto proponente del progetto è la Personal Factory, società di Simbario in provincia di Vibo Valentia, fondata dai fratelli Tassone, che opera prevalentemente nel settore chimico per l’edilizia.

 

La Personal Factory, è un’azienda all’avanguardia che, giusto per fare un esempio, ha ideato e brevettato un impianto che in soli 6 metri quadrati consente la produzione di qualsiasi malta per l’edilizia. Altro partner del progetto di ricerca è l’Enea con i centri di ricerca della Trisania, di Brindisi e di Casaccia che si occuperà, sotto la direzione dell’ing. Piero de Fazio, delle prove di durabilità dello studio della biosicurezza dei materiali impiegati. L’Università della Calabria è il soggetto capofila, con i professori Franco Frugiuele dell’ex dipartimento di Meccanica, Raffaele Zinno dell’ex dipartimento di Modellistica per l’ingegneria e Fortunato Crea dell’ex dipartimento di Ingegneria Chimica e dei Materiali, quest’ultimo Responsabile Scientifico dell’iniziativa.

 

Al progetto di ricerca è associato un progetto di formazione consistente in un Master universitario biennale di II livello in “Compositi cementizi Ecocompatibili (Cocec)” che si propone di preparare esperti nella progettazione, realizzazione e caratterizzazione di questi materiali. Il Master, rivolto ai laureati in Ingegneria e materie scientifiche, prevede l’erogazione di 10 borse di studio dell’importo di 1200 euro. Il Corso di formazione inizierà il prossimo 8 aprile e comprenderà un periodo di stage di 6 mesi presso l’azienda Personal Factory che ha già manifestato la volontà di potenziare il proprio organico con tecnici dall’elevato profilo professionale. Alla presentazione del 4 porteranno i saluti il rettore, Prof. Giovanni Latorre ed il direttore del Dimeg, prof. Sergio Bova.

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
31 marzo 2013


condividi

googleplus twitter

Primo Piano