Dal Pisl cinque milioni d´euro per il rilancio dell´Area industriale di Piano Lago

Una parte del finanziamento sarà utilizzato per un centro servizi; un´altra parte per aiutare le imprese

Un investimento di cinque milioni di euro per il rilancio dell’area industriale di Piano Lago. E’ quello previsto dal Pisl che ha come Comune capofila Figline Vegliaturo e al quale hanno aderito anche Mangone, Rogliano, Cellare, Piane Crati e Paterno Calabro.

“Si tratta – ha spiegato il vicesindaco di Figline, Pasquale Filice – di una vera e propria boccata d’ossigeno per questo territorio in un momento di grande crisi economica. Nell’area industriale operano circa cento attività legate, nella maggior parte dei casi, al comparto manifatturiero. Un comparto a rischio che deve essere tutelato. L’intervento – ha proseguito – prevede un milione e 700mila euro per la realizzazione di un centro servizi e tre milioni e 300mila euro di aiuti alle imprese. Il 50% sarà poi investito dai privati”.

Filice ha sottolineato l’impegno dell’assessore regionale Giacomo Mancini “che ha compreso – ha spiegato – l’importanza di quest’area e l’esigenza di incentivarla a differenza di quanto fatto dagli enti preposti come l’ Asi”. Partner del Pisl anche l’Unical, l’Arpacal, la Confindustria e la Confcommercio di Cosenza.

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
31 ottobre 2012


condividi

googleplus twitter

Copertina