Home Lavoro Risorse umane 52 Operatori Giudiziari in Calabria. Basta la Licenza Media!

52 Operatori Giudiziari in Calabria. Basta la Licenza Media!

E’ stata indetta dal Ministero della Giustizia una procedura di avviamento a selezione, con le modalità di cui all’art. 16 della Legge n. 56/87, di 52 unità lavorative totali per il profilo professionale di Operatore Giudiziario, area II^, posizione retributiva F1, come di seguito specificato.

17 presso il Distretto Corte d’Appello di Catanzaro.

Distruzione Posti
Sede di Catanzaro n°11 unità;
Sede di Castrovillari n°2 unità;
Sede di Crotone n°2 unità;
Sede di Paola n°2 unità.

35 presso il Distretto Corte d’Appello di Reggio Calabria.

Distruzione Posti
Sede di Reggio Calabria 22 unità;
Sede di Locri n°5 unità;
Sede di Palmi n°8 unità.

Proposta contrattuale e mansioni.

In palio ci sono contratti a Tempo Pieno Indeterminato secondo il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) comparto Funzioni Centrali. Mansioni: Conoscenze tecniche di base per lo svolgimento dei compiti assegnati, acquisibili con la scuola dell’obbligo; capacità manuali e/o tecnico-operative riferite alla propria qualificazione e/o specializzazione; relazioni con capacità organizzative di tipo semplice.

Requisiti di accesso.

La lista dei requisiti comprende:

  • iscrizione negli elenchi anagrafici dei Centri per l’Impiego della Regione Calabria territorialmente competenti (Distretto Corte d’Appello di Catanzaro Centri per l’Impiego di Catanzaro, Lamezia Terme, Soverato, Cosenza, Alto Ionio Cosentino, Corigliano Calabro, Basso Ionio Cosentino , Castrovillari, Paola, Crotone, Cirò Marina, Vibo Valentia, Serra San Bruno mentre per il Distretto Corte d’Appello di Reggio Calabria Centri per l’Impiego di Reggio Calabria, Gioia Tauro, Locri);
  • essere disoccupati ai sensi del D.Lgs. 150/2015, ovvero di trovarsi nelle condizioni di cui all’art. 4, comma 15 quater del Decreto Legge n. 4/2019 convertito in Legge n. 26/2019;
  • essere in possesso dei requisiti generali previsti dalla normativa per l’accesso al pubblico impiego;
  • essere in possesso del diploma di Istruzione secondaria di I° grado (scuola media inferiore).

Formulazione delle graduatorie.

I Centri per l’Impiego raccoglieranno le domande di partecipazione e, previa istruttoria, predisporranno la graduatoria di competenza ordinata secondo il criterio di precedenza per chi ha punteggio maggiore.

Ad ogni candidato avente diritto all’avviamento a selezione è attribuito il seguente punteggio: Anzianità di disoccupazione: Punti 0,50 per ogni mese maturato fino ad un massimo di 30 punti;
Reddito: Deve intendersi l’Indicatore della situazione economica equivalente del nucleo familiare (dato ISEE) meno un punto per ogni mille euro fino ad un massimo di 30 punti (tale punteggio è calcolato in detrazione). Il Reddito ISEE, oltre le migliaia si arrotonda per difetto fino a € 500,00, oltre € 500,00 si arrotonda per eccesso.

Invio delle domande. Gli interessati dovranno produrre la domanda di adesione all’avviamento a selezione, utilizzando, a pena di esclusione, il modello allegato all’Avviso, al Centro per l’Impiego presso cui risultano iscritti, presentandosi personalmente nei giorni e negli orari di seguito indicati: dal 27 gennaio 2020 al 07 febbraio 2020 dalle ore 9,00 alle ore 12,30.
Tutte le informazioni sono disponibili CLICCADO QUI.

image_pdfDownload pdfimage_printStampa articolo
error: Content is protected !!