E’ partito anche quest’anno l’importante progetto che Callipo, azienda calabrese con una storia di 106 anni nelle conserve ittiche di qualità, realizza con la casa circondariale di Vibo Valentia e che prevede l’assunzione di sette detenuti da parte dell’azienda.

Il lavoro e la formazione entrano in carcere, per il quarto anno consecutivo, con Callipo che affida ai detenuti il confezionamento di 11.000 cassette regalo, contenenti una selezione di pregiati prodotti dell’azienda, che saranno messi in vendita per le festività natalizie.Il percorso lavorativo prevede l’affiancamento da parte del personale esperto di Callipo per trasferire ai detenuti-lavoratori, oltre alle tecniche di confezionamento, anche lo spirito aziendale e i valori che guidano ogni attività dell’azienda.

Il connubio lavoro–formazione vuole essere un segnale positivo per far sentire i detenuti coinvolti come parte integrante dell’azienda, lavorando insieme ai dipendenti in un’area del penitenziario adibita a questo progetto.  Un’iniziativa con una forte valenza sociale che vuole offrire una seconda opportunità e la speranza per i detenuti di guardare al futuro, di credere nella possibilità di rifarsi una vita dopo la conclusione della pena.