Ho appreso dagli organi di informazione dell’ennesimo caso successo in Calabria, a Catanzaro, di un bambino disabile ‘dimenticato’ in classe dai docenti di un istituto comprensivo mentre il resto dei compagni si trovava in vacanza”.

Lo afferma in una dichiarazione il sociologo Antonio Marziale, Garante per l’Infanzia della Regione Calabria.

“Confesso sgomento per questo tipo di ‘superficialità’ e mi astengo momentaneamente da ogni ulteriore commento in attesa che nelle prossime ventiquattro ore il direttore dell’Ufficio scolastico regionale comunichi alla famiglia del bambino ‘dimenticato’ e all’opinione pubblica calabrese le eventuali iniziative predisposte, adeguate alla gravità dell’episodio”.