Angela Robbe

L‘assessore regionale al lavoro Angela Robbe è intervenuta alla conferenza stampa di presentazione della mostra “Escher. La Calabria, il mito”, allestita al Complesso Monumentale del San Giovanni a Catanzaro con il contributo della Regione Calabria.

La rassegna, che sarà aperta al pubblico da oggi al 20 gennaio 2019, rappresenta un’occasione unica per conoscere l’arte del genio olandese tra i più amati del ‘900 e l’influenza che l’architettura e i paesaggi calabresi ebbero sulla sua vita artistica. Escher visitò molti borghi calabresi nel 1930, durante la sua permanenza in Italia dal 1922 al 1936, partendo da Pizzo Calabro, dove arrivò in treno con tre suoi amici, e proseguendo poi per Tropea, Palmi, Bagnara, Scilla, Reggio, Melito, Pentedattilo, Bova Marina, Palizzi, Gerace, Stilo, Monasterace, Catanzaro, Gimigliano, Crotone, Santa Severina, Cariati, Rossano, Morano, Castrovillari, Trebisacce, Rocca Imperiale. Durante questo viaggio Escher eseguì innumerevoli schizzi. Da questi al suo ritorno a Roma ne trarrà 13: 6 xilografie e 7 litografie raggruppate in una suite che chiamerà Calabrie.

“La mostra di Escher  – ha evidenziato l’assessore Robbe –  crea un ponte ideale tra la cultura e quello che stiamo realizzando come Regione per valorizzare il nostro vario patrimonio culturale che si richiama alla Magna Grecia. La rassegna offre anche una valida occasione per far conoscere questo nostro patrimonio culturale e paesaggistico che come Regione, con la forte determinazione del presidente Mario Oliverio, puntiamo a qualificare anche attraverso il sostegno alle mostre e ad esposizioni artistiche. A questo patrimonio abbiamo infatti dedicato attenzione e notevole impiego di risorse, anche attraverso i bandi per ridare vita ai borghi e alle aree interne, mirando ad una adeguata valorizzazione della nostra identità, ridando dignità alle emergenze artistiche disseminate in una regione varia ma ricca perché custode di retaggi culturali differenti. L’allestimento di questa mostra – ha detto infine la Robbe dopo aver ringraziato gli organizzatori e i curatori -, a cui il presidente Oliverio tiene tantissimo, conferma anche che Catanzaro ha tutte le caratteristiche per essere non solo Capoluogo di Regione ma pure centro attrattore di iniziative culturali di grande livello”.

La mostra si compone, attraverso un percorso di 86 opere, di sei sezioni. La terza è dedicata alla Calabria. È stata prodotta e organizzata dal Comune e dall’assessorato alla cultura di Catanzaro insieme al Gruppo Arthemisia e  in collaborazione con la M.C. Escher Foundation ed è curata da Federico Giudiceandrea e Domenico Piraina.