Filippo Callipo

Un caso aziendale di successo che ha attraversato oltre un secolo è stato immortalato nella pubblicazione “Callipo dal 1913”, un prestigioso volume illustrato che racconta la Giacinto Callipo Conserve Alimentari.

Il volume, affidato alla penna di Gianfranco Manfredi e pubblicato dall’editore Rubbettino anche col testo in inglese, sarà presentato il 19 ottobre alle ore 10.00 presso l’Auditorium S. Agostino a Vibo Valentia all’interno dell’ottava edizione del Festival Leggere&Scrivere.   Affidata alla giornalista Karen Sarlo, la presentazione vedrà l’intervento del Cavaliere del Lavoro Pippo Callipo con i figli Giacinto e Filippo Maria, dell’autore Gianfranco Manfredi e del Professor Vito Teti, che ha contribuito all’opera con uno scritto introduttivo, nonchè della Compagnia Teatrale La Ribalta, con intermezzi teatrali incentrati sulla storia dell’azienda.

L’evento ripercorrerà a più voci, tra passato e presente, le tappe più significative della storia aziendale e sarà un’occasione per scoprire la vicenda di un brand diventato un simbolo di imprenditoria sana e illuminata, che crea valore sul territorio, riconosciuto come il volto nobile del meridione produttivo.  Una storia che affonda le sue radici nella cittadina di Pizzo, località nota fin dall’antichità per la pesca del tonno e per gli impianti di “tonnare fisse” (un sistema di pesca importato dagli arabi e diffuso intorno all’anno mille) fra le più rinomate del Mediterraneo.

Il libro rappresenta una sorta di testamento, nero su bianco, che sancisce la volontà condivisa da cinque generazioni di non tradire mai la filosofia del fondatore, “la qualità innanzitutto”, non solo un principio a cui ispirarsi ma un modo di essere che, come allora, continua ad essere anche oggi un punto cardine intorno a cui ruota tutta l’attività del Gruppo.

“Questo volume non vuole essere solo un’opera editoriale ma anche un omaggio a quanti mi hanno preceduto e la conferma e il rafforzamento di un impegno che si proietta nel futuro. La redazione di questo libro è stata, inoltre, un’occasione utile per riflettere sulla nostra identità, che trae origine da elementi fortemente caratterizzanti come il territorio, la tradizione e soprattutto la famiglia” afferma il Cavaliere del Lavoro Pippo Callipo, Amministratore Unico e rappresentante della quarta generazione Callipo.

Nel libro – sottolinea Gianfranco Manfrediracconto la storia di un’impresa che ha superato un secolo di vita ma è attualissima e proiettata negli scenari futuri. Tra le prime in Italia e in Europa ad inscatolare il pregiato tonno rosso, ha saputo raccogliere l’eredità di una millenaria tradizione mediterranea radicata in Calabria già in epoca romana”.  E non basta.  “L’azienda – aggiunge Manfredi – e, personalmente Pippo Callipo, si stagliano come un ‘caso’ fra i più emblematici di un Mezzogiorno che non si rassegna, di un Sud positivo, fatto di impegno, serietà, qualità e rigore, che guarda ai mercati globali senza complessi”.

 

“Siamo onorati di presentare questo libro – ha osservato Gilberto Floriani, direttore artistico del Festival Leggere&Scrivere – all’interno della nostra manifestazione. Callipo è un’eccellenza vibonese, esprime da sempre la capacità di fare impresa e farla bene al sud, è un marchio dai confini estesi, ma ben radicato nel territorio”. 

All’evento parteciperà anche l’Istituto Professionale di Stato “Enrico Gagliardi” di Vibo Valentia, che si occuperà dell’organizzazione del buffet di degustazione dei prodotti Callipo.

 

Dal 15 al 19 ottobre sarà inoltre possibile visitare gratuitamente la mostra dedicata all’azienda allestita presso l’adiacente Palazzo Gagliardi.

Il libro è disponibile presso i punti vendita aziendali Callipo, su shop.callipo.com  e su www.store.rubbettinoeditore.it al prezzo di € 51,00.