Il dott. Antonio Schiavelli ha lasciato l’esistenza terrena dove si è contraddistinto  per le sue doti, umane, morali e professionali svolte con spirito di servizio e grande competenza per l’agricoltura e l’agroalimentare sempre con quel suo sorriso e sguardo contagioso e una ricerca e approfondimento continuo.

“Ci uniamo al cordoglio per la scomparsa di un uomo di grande intelligenza e valore, che abbiamo avuto modo di conoscere intensamente ed apprezzare  – hanno dichiarato il Presidente della Coldiretti Calabria Franco Aceto e il Direttore Francesco Cosentini  – che ne sottolineano l’impegno incessante per lo sviluppo dell’agricoltura e dell’Organizzazione economica dei produttori.

La Coldiretti calabrese ne ricorda la profonda conoscenza del settore ortofrutticolo e la grande capacità organizzativa che ha voluto fino all’ultimo condividere contribuendo alla crescita competitiva del Made in Italy con una attenzione costante alla progettualità e innovazione capacità che lascia in diversi suoi scritti e studi. Con questi sentimenti e i diversi e nitidi ricordi, esprimiamo la più commossa e affettuosa partecipazione al dolore dei congiunti e degli amici”.

La camera ardente  -informa Coldiretti – sarà stata allestita a Roma nella sede nazionale della Coldiretti a Palazzo Rospigliosi in via XXIV Maggio 43 domani venerdì 26 aprile dalle 12.00 alle 14.30. Poi la salma sarà trasportata a  Corigliano Calabro dove sabato 27 aprile alle ore 16.00 si terranno i funerali nella Chiesa  di San Antonio.

Antonio Schiavelli, oltre che presidente di Unaproa (Unione nazionale tra le organizzazioni di produttori ortofrutticoli) è stato agrumicoltore e cooperatore, presidente del Consorzio di Bonifica del Pollino, socio e dirigente storico di Coldiretti Cosenza, consigliere di amministrazione di CampoVerde S.p.A., amministratore delegato del Consorzio Sibarit, Amministratore Delegato Consorzio  Pomez O.P. Società Coop.Agricola, rappresentante legale dell’ azienda agricola Eredi  Schiavelli Francesco..