Il Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari comunica che  sul sito internet www.calabriapsr.it sono state pubblicate le graduatorie definitive finali relative al “Pacchetto Aggregato” del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020, Misura 4 “Investimenti in immobilizzazioni materiali”, Interventi 4.1. 1“Investimenti nelle aziende agricole”, 4.1.3 ““Investimenti per la gestione della risorsa idrica da parte delle aziende agricole” e 4.1.4 “Investimenti per il ricorso alle energie rinnovabili da parte delle aziende agricole”.

Il Dipartimento Agricoltura ricorda che le prime graduatorie del Pacchetto Aggregato furono pubblicate a settembre 2017 e che allora furono ammesse a finanziamento 242 beneficiari. Si concesse poi la possibilità di presentare domanda di riesame, sia agli esclusi che a coloro che non erano soddisfatti del punteggio assegnato e arrivarono oltre 800 istanze.

Dopo un complesso e lungo lavoro di istruttoria, oggi il Dipartimento ha predisposto gli elenchi definitivi finali che comprendono 429 aziende beneficiarie, 187 in più rispetto alla prima graduatoria, impegnando risorse pari a 74.306.271,74 Euro.

Il Pacchetto Aggregato del PSR sostiene gli investimenti di ammodernamento, ristrutturazione ed innovazione all’interno delle aziende agricole, finalizzati al miglioramento della competitività e della sostenibilità economica ed ambientale, agendo sugli elementi strutturali, colturali ed agronomici, tecnologici, logistici e commerciali.

In particolare, attraverso questa Misura il PSR interviene circa la razionalizzazione e l’efficientamento nell’utilizzo fattori produttivi, inclusi i fattori infrastrutturali e strutturali; l’uso sostenibile dei suoli; l’introduzione di miglioramenti fondiari, tecnologici e di colture e pratiche agronomiche migliorative; il miglioramento delle condizioni fitosanitarie delle colture arboreee, attraverso l’uso di materiale certificato prodotto in ambiente controllato; l’introduzione di miglioramenti strutturali, tecnologici e logistici per il mantenimento qualitativo del prodotto e trasformazione e per la commercializzazione e vendita del prodotto aziendale; il miglioramento della qualità delle produzioni agricole. Particolare, riguardo, attraverso gli interventi 4.1.3 e 4.1.4. hanno gli investimenti finalizzati a rendere più efficiente l’uso dell’acqua in agricoltura e quelli relativi alla  realizzazione di impianti tecnologici per la produzione di energia derivante da fonti rinnovabili.

“Oggi si chiude il percorso relativo al bando Pacchetto Aggregato – ha affermato il Consigliere Regionale delegato all’Agricoltura Mauro D’Acri – il Dipartimento ha fatto uno sforzo non indifferente per riesaminare la mole di domande pervenuta ed ha rivalutato la posizione di circa 200 aziende agricole calabresi. Importante ricordare che si tratta di aziende già consolidate che, grazie alle risorse del PSR, avranno la possibilità di effettuare quegli investimenti necessari per essere realmente competitive sul mercato ed al passo coi tempi”.

“Abbiamo intenzione di pubblicare nei prossimi mesi dei nuovi bandi che siano tematici – ha sottolineato il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura Giacomo Giovinazzo  – non solo per andare incontro a chi non è rientrato nella graduatoria di questo bando, ma per scendere nel dettaglio e cogliere, attraverso ulteriori confronti col partenariato, le reali esigenze dei vari comparti agricoli calabresi.

I nuovi bandi, dunque, saranno predisposti secondo criteri diversi, più specifici, più semplificati e più aderenti alle realtà che ogni giorno vivono le nostre aziende agricole, in modo da rendere anche più rapida e coerente con le nuove indicazioni la prossima istruttoria.

Ora tutto il Dipartimento – ha concluso il DG – si concentrerà sul riesame del , già in fase avanzata, e sul secondo bando destinato al primo insediamento, che ha scadenza il prossimo 15 gennaio”.