Francesco D'Agostino, vice presidente del Consiglio regionale della Calabria, in una foto tratta dal sito del Consiglio stesso.

La Zona Economica Speciale adesso è realtà”. È quanto dichiara il Consigliere regionale Francesco D’Agostino all’indomani dell’approvazione da parte del Governo nazionale del decreto che istituisce ufficialmente le Zes per Calabria e Campania.

“Questo è un giorno importante per la nostra regione – ha proseguito D’Agostino – perché si concretizza uno dei grandi progetti di sviluppo messi in atto dall’Amministrazione regionale e dal Presidente Mario Oliverio. All’inizio del percorso, com’è noto, in pochi credevano in questo obiettivo. Ma la determinazione e la competenza del governatore e dell’Assessore Francesco Russo hanno dimostrato, in Italia e a Bruxelles, come sia possibile costruire progettualità positiva in Calabria. Da questo punto di vista, non si può che esprimere la più viva soddisfazione per questo successo”.

“Il piano di investimenti che questa iniziativa mette in campo è notevole – ha sottolineato ancora D’Agostino – e si basa su agevolazioni corpose per le realtà che decideranno di investire nelle aree coperte dal regime speciale.

 

Con il cuore a Gioia Tauro e gli arti dislocati sul territorio regionale, la Zona Economica Speciale può diventare il vero volano di crescita per la Calabria

Ci vorrà del tempo affinché il piano entri in pieno funzionamento, ed una Zes va valutata nel medio-lungo periodo. Intanto, però, raccogliamo i primi frutti di un lavoro costante e qualificato, che Oliverio e la sua Amministrazione, in sinergia con la maggioranza di governo, hanno immaginato per sollevare questa terra dalle criticità storiche che la attraversano. È un passo in avanti storico, per certi versi eccezionale, che dà il via ad una nuova stagione di fiducia per la nostra regione e che abbisognerà di un nuovo impegno comune affinché il risultato ottenuto oggi trovi dispiegamento concreto e tangibile nel futuro, raccogliendo il consenso di aziende, imprese e investitori convinti delle grandi opportunità che la Zes e la Calabria offrono”.